Associazione Teatrale "Grosseto"

Prossimamente saremo di scena


Chi siamo

La Storia

Autori

Gallery

Home

Albo d'oro

Scrivici Info@ilteatraccio.it
349/7937414

Sede Legale
Via dell'Airone, 129 58100 Grosseto

Compagnia teatrale associata alla F.I.T.A. "Federazione Italiana Teatro Amatoriale"

Associazione  Teatrale   abilitata  dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali

 

 
 
30 Gennaio 2022 ore 18.00 
RASEGNA TEATRALE "RISATE SOTTO IL CAMPANILE IV ED."
Sala Parrocchiale Albinia (GR)
Premiata Pasticceria Bellavista
Commedia in due atti di  Vincenzo Salemme
Ermanno e Giuditta Bellavista, fratello e sorella, vivono a Napoli dove gestiscono una pasticceria annessa alla loro casa. Con loro vive la madre molto malata, entrambi hanno ereditato una terribile forma di diabete e, a causa di questa malattia, Ermanno è diventato cieco. L'uomo ha però ancora una speranza, quella di un trapianto d'occhi, che gli permetterà di tornare a vedere il mondo. E non solo, perché le cornee vengono espiantate a Carmine un senzatetto in coma irreversibile a causa di un incidente automobilistico il quale però, contro ogni previsione, si sveglia dal coma e scoprendosi cieco insieme a due suoi amici vagabondi (Memoria e Gelsomina) va da Ermanno a chiedere indietro la sua vista.
 
 
20 Novembre 2021 ore 21.30 
RASSEGNA TEATRALE "COMMEDIANDO ANCORA"
Piccolo Teatro LUX della casa del Fanciullo Fucecchio (FI)
 
07 Agosto 2021 ore 21.00 
"VIII^ RASSEGNA NAZIONALE DI TEATRO DIALETTALE"
Belvedere superiore della cascata delle Marmore Parco Campacci - Terni (TR)
Miseria e nobiltà
Commedia in tre atti di  Eduardo Scarpetta
Felice Sciosciammocca è un povero scrivano, che non riesce più a sfamare se stesso e la famiglia col suo lavoro. Così assieme ad alcuni amici spiantati come lui, accetta un singolare ingaggio: fingersi nobile per favorire il matrimonio di un giovane aristocratico con la figlia di un ex cuoco arricchito e con manie di grandezza. Facile immaginare gli equivoci e le situazioni esilaranti che si creano nella relazione fra poveri e ricchi, aristocratici e borghesi, in quel gioco dei travestimenti e dei riconoscimenti a sorpresa al quale il teatro di Scarpetta ricorre spesso.
 
 
 
   
   
 
 
   

Home

Copyright © 2008 Il Teatraccio.it (Ver.1.0)Pagina ottimizzata per 1024x768